giovedì 8 novembre 2012

Trasferimento immagine su tela.......e Mod Podge casalingo





Buongiorno a tutte/i.
Il post di oggi nasce dalla richiesta di Carmen,
una mia simpaticissima allieva, oltre che una gran bella persona. 

Mi sono sempre divertita a trasferire immagini su tela e stoffa varia.
Nella foto motivi in bianco e nero ripresi da vecchie stampe
trasferiti su tagli di una  vecchia tela,
rifiniti a mano con i mitici pastelli acquerellabili  Caran D 'Ache 
 (altro ricordo del passato)
quasi dei mini affreschi....deliziosi.

Quando ero giovanissima (le ragazze della mia età lo ricorderanno)
andava alla grande stampare immagini su magliette e accessori usando la Trielina.........
una puzza pazzesca, ma un risultato notevole .

Poi siamo passati ai medium, risultati  diversi e gradevoli.
Nel tempo il mercato si è arricchito di prodotti sempre più semplici,
non tossici e alla portata di tutti. 

immagine ripresa dal web

 Mod Podge è la famosissima super colla americana.
Mito e passione di tutti gli hobbisti,
fino a qualche tempo fa reperibile solo sui vari siti americani.

Usata come collante, vernice di rifinitura,
indispensabile nel trasferimento immagine,
perfettamente trasparente,
impermeabilizza le superfici trattate.......e altro ancora.

Da qualche tempo in vendita anche in Italia..........era ora.
E' un prodotto che conosco da molti anni,ottima,
unico inconveniente............
ordinarla e aspettare l'arrivo del corriere per averla tra le mani.

Allora,dal momento che vado sempre di corsa e non mi piace aspettare,
dal momento che è una soluzione di colla e vernice...... ho pensato,
se 2 più 2 = 4
perché non provare l'alternativa casalinga?????

Dopo qualche prova ho ottenuto un prodotto di buona consistenza e buona trasparenza.

Una colla simile al Mod Podge, 
naturalmente non identica,
ma sicuramente buona e, cosa non da poco, economica.

Ecco cosa  occorre per realizzarla:
50% di colla vinilica
50% di finitura satinata all'acqua.
Mescolare i due prodotti in un contenitore, 
chiudere bene, pronta.
Se amate l'effetto brillante, aggiungete un cucchiaio di finitura lucida
personalmente non mi piace.....ma non discuto i gusti altrui.

Uso questa alternativa da molto tempo,
devo dire che mi sono sempre trovata bene....
provare se vi fa piacere.  
 
Passiamo ora al trasferimento vero e proprio!

MATERIALE OCCORRENTE

Tela di cotone (benissimo anche un vecchio lenzuolo bianco)
Immagini prese da carta da decoupage, carte da regalo, vecchie stampe etc...
Mod Podge casalingo
Pennelli, acqua e tanta tanta pazienzaaaaaa.

PARTIAMOOOO

Ho utilizzato una carta da regalo che giace da tempo immemore nei miei archivi cartacei,
la riproduzione di un celebre dipinto di Gustav Klimt



Tagliamo un pezzo di stoffa in modo approssimativo
Strappiamo con le mani il motivo che ci interessa
(le fibre della carta assorbono meglio)



Stendiamo abbondantemente sulla tela il nostro Mod Podge.


Posizioniamo sulla tela il lato immagine stampata verso il basso,
togliamo l'aria in eccesso,
non creiamo grinze nella carta.
Anche in questo caso, stendiamo varie passate di colla, incrociando le pennellate.
Lasciamo asciugare per 24 - 48 ore 



Riprendiamo il nostro ritaglio,
immergiamolo per qualche minuto in acqua fredda
togliamolo dal contenitore.


Questa è la fase più delicata di tutto il trasferimento immagine su tela.
Si deve "spellicolare l'immagine",
cioè, con le dita inumidite togliere la pellicola di colla che si è creata sulla carta.

L'immagine sottostante vi apparirà in tutta la sua delicatezza,
assumendo un tono vagamente d'antan.

Lasciate asciugare per altre 24 ore,
stendere la finitura che preferite,
fatto!!!!!!  



Come ricordo sempre  alle mie allieve, 
la fretta è nemica della buona riuscita di qualsiasi prodotto.
Quindi.......attente perché il risultato non sia rovinato da questa cattiva abitudine. 

A questo punto credo sia tutto.
La tela cosi trattata può essere utilizzata in vari modi,
lascio a voi la scelta.

Che ne pensate????
Come al solito mi farebbe piacere vedere le vostre prove,
per tutte le domande sapete dove trovarmi.

Senza farlo apposta, anche oggi sono della serie 2 in 1.

OK, vi ringrazio dell'attenzione e spero possa tornarvi utile.

Un baciotto scrocchioso a tutte le persone che mi seguono con affetto e.....
anche a quelle che silenziosamente girano da queste parti......
Ciaoooooooo
Cinzia

28 commenti:

Germana ha detto...

MERAVIGLISO! cercavo da tempo un sistema alternativo alla trielina dato che non si trova più in commercio e anche alle stampe da computer (dato che non ho la stampante). GRAZIE GRAZIE GRAZIE.
ho tutto il materiale che occorre e seguirò il tuo "passo a passo". Spero di riuscire a non fare pasticci.
Un caro saluto
Germana

FascinationStreet ha detto...

Caspita che meraviglia, non ho mai provato a trasferire immaggini sulla stoffa, ma adesso mi hai incuriosita! :)
Info per la colla americana?! Quanto è rersistente come vernice?
un bacio

bilibina ha detto...

Ciao Cinzia!
Certo che mi ricordo della "stampa" con la trielina, quanti esperimenti avevo fatto all'epoca!!
Ignoravo invece del tutto il mister Podge, grazie per la dritta, appena sistemo tutto l'arretrato magari ci provo!
Per ora sono immersa nel cucito ricicloso e novità..oltre alle mitiche bottiglie mi hanno fatto copiare un gesso di una statua desnuda..una donna! Allora (per par condicio) per la prossima lezione abbiamo fatto richiesta di un modello (maschio, in carne ed ossa e possibilmente NON over 60!! )
Carmen

Grazia ha detto...

Cinzia stupendo!!!! Devo assolutamente provare poi ti dico;)))
grazie grazie grazie

Grazia

Babi ha detto...

Non avevo mai sentito parlare di questa colla... certo che è davvero interessante questo procedimento!!
Dimmi se ho capito bene: la carta regalo va messa con il disegno verso la stoffa? Una specie di "diritto contro diritto"? ^_^
Ancora una curiosità, ma che consistenza ha alla fine la stoffa? Immagino non resti molto morbida...
proverò proverò, sono troppo curiosa!!! ^_^
BACIOTTO!!

nina ha detto...

Santa subito l'avevo già detto. Adesso anche veggente!!! MOd podge mai ordinato per pigrizia, trascuratezza... e qui trovo la ricetta con due ingredienti che guarda caso ho in casa, e che mi risolverà la laccatura del prossimo lavoro! Mitica e con un tempismo che ha dell'incredibile, ti chiamerò Cinzia Maghetta, ti piace? ;) bacetti

stefania ha detto...

Wow che meraviglia! Grazie per la codivisione

cinziacrea ha detto...

Ragazze, sono contenta di aver stimolato la vostra fantasia...ho appuntamento dal tosacapelli....quando torno vi rispondo 1 a 1 ok???

Alla sora Carmen voglio solo dire.....quando si disegna la figura igniuda......servono le masse crollanti.. almeno all'inizio (proporzioni, ombre, etc etc...quindi niente pischelli ma solo vecchiardi....che vuoi fare???? é la triste vita dell'artista.sapessi le risate che ci siamo fatti ai tempi del liceo.

Mamau Creatività ha detto...

sei un genio!!! lavorando in falegnameria di certo non mi mancano gli ingredienti.... mi sa che faccio subito una capatina dal verniciatore e poi provo. anche io ti volevo chiedere poi la consistenza della stoffa com'è? ho usato la vinilica ed ovviamente irrigidisce ma sono riuscita a cucirla con un ago grosso, con la finitura non so come verrebbe.
grazie per aver condiviso con noi questa scoperta.
io ci vorrei fare delle applicazioni in una borsa.

Luciana Todaro ha detto...

e che non ci provo??!!! intanto stasera preparo la pozione magica
grazieeeeeeeee
bacissimi
Lu

Piera ha detto...

ma che interessante tutorial..sapevo da info americanate che la classica vinavil diluita in parte con l'acqua farebbe la funzione della mitica Pod..ma mai provata..visto che dopo mesi son riuscita ad averla tra le mie mani..ben 2 barattoloni!! p.s se interessa l'acquisto sul sito Scrappando.it..ma tu mi sopprendi e metterò nel cassetto progetti..in lista d'attesa..umhh! sei come sempre sei..piena di sopprese!! grazie dei consigli..ricorderò da buon capricorno che sono!

handmadebygio ha detto...

Spettacolo!!!Devo provare subito!!......La trielina la usavo tempo fa e ogni volta risultati esaltanti...poi ho smesso e il mod podge non l'ho mai acquistato.....a presto, Giovanna

Bellezza in ricicletta ha detto...

Che idea, all'asilo ho usato la trielina per fare quadri d'autore con i miei bimbi ma non sapevo della tua tecnica. E' stupenda. Pensi che la stoffa così trattata si possa lavare poi? Grazie a presto Ely
bellezzainricicletta@blogspot.com

cinziacrea ha detto...

Zazzera tagliata quasi a zero....
e rieccoci sul pezzo.
Chiarimento x tutte....
la stoffa acquista una bella consistenza,
si può lavare,
non aggiungo acqua,
è molto tempo che utilizzo questo sistema, quindi rodato,
si può applicare cucendo sia a mano che e a macchina....
certo non è sempre una passeggiata....ma neppure ci si ammazza di fatica.
detto questo ora passo in giro.
Baci bacetti

Rosanna ha detto...

Sei un mito...addirittura la Mod Podge casalinga ti è venuta in mente:-) Bravissima!! Quando si dice ingegno e creatività che si sposano.
Io ho provato anche con dei fogli stamapti in casa con la normale stampante.
Bacio
Ros

Fantasy-Elis ha detto...

molto interessante questa tecnica,da provare,ciao

gloria. ha detto...

grazie...un'ottima lezione.glo

mAtilda ha detto...

Cinziettuccia cara,
alter ego di pensieri, ecco che sperimentai tecnica simil schifezzosa con un lucido/colla/vernice per decoupage, ma fino alla bacinella. Venne un luridume. Proverò la tua tecnica, ma ho in casa solo vinilica e vernidas, funzionerà?
Baciuzzoli

Marina Spada ha detto...

Grazie mille per questa chiara e preziosa indicazione.
A presto,
Marina

Maria ha detto...

Grazie Cinzia per aver condiviso questa utilissima scoperta!

jerry ha detto...

Bellissimo e molto interessante il tuo blog.... Ti seguo molto volentieri!!! Bacetti JERRY

elena fiore ha detto...

Ma quante ne sai? ma quante ne racconti? ma quanto sei brava? Brava davvero! Io, naturalmente da antidiluviana che sono, ero rimasta alla trielina. Mi hai giusto schiodato tu, dal mio terpore, con questo generosissimo tutorial.
Ti scrocchio io 100 abbrazzatone e muy bacionesss!
'noche, 'noche!!!

Tilly ha detto...

Grazie per il tutorial! La cosa mi attira molto.. unico neo è che sono poco paziente e un pò sensibile agli odori non natural in generale (forse magari potrei provarci in primavera).

§©@Ʀ@ƁƠƆȻҥɪʘ ha detto...

Wow, è una tecnica stregonescaaaaa!
Ma che bella!
Ma visto che me la fai conoscere tu, per ruffianeria dirò che è una tecnica fatata! :D
Scherzi a parte, è per me la scoperta di un nuovo mondo: una roba del genere da applicare alla stoffa non ci avrei mai pensato.
Una cosa analoga si fa con le paste sintetiche: c'ho provato una sola volta e mi sono arresa, ma forse perché non ho un progetto consistente per cui valga la pena riprovare.
Ma, ripeto, per le stoffe è di tutt'altra utilità, ed è davvero super interessante.

Nel cuore dei sapori ha detto...

Sei unica! un passo passo su come imprimere una immagine su tela e l'invenzione di una colla in versione casalinga simile all'originale!!! Si vede che nella creaitività metti dedizione e passione! Brava!

Eugenia - My New Old Life ha detto...

Io non capisco come ho fatto a vivere senza di te!!! Ho fatto milioni di prove con la trielina, ma i sostituti che ormai si trovano in giro non trasferiscono più le immagini. E poi trovo lo spunto in altri blog e sto quasi per ordinare il mod podge ma poi arrivi tu con la ricetta fai da te... sei fenomenale! Grazie! Proverò al più presto!!!
Mi iscrivo assolutamente: non mi scappi più, sai?!?!
Un abbraccio!!

lazio ha detto...

Si puo fare su tela di un quadro con fotocopia da normale stampante a getto di inchiostro?

Marm ha detto...

Ti ho trovato solo ora grazie a Glo. Fantasticooooooooooooo. Solo avessi più tempo (devo lavorare ancora 17 mesi mannaggia alla F......!) farei tutti i tuoi corsi. Ora che so dove "abiti" passerò a trovarti e vedrò se riuscirò a imparare tecniche nuove. Donatella